Ripartiamo dal Golfo di Gaeta, cuore pulsante del Lazio. Tre proposte per la rinascita.

Eventi Rassegna stampa sinergie associative Territorio ed experience

a cura di Milena Mannucci 
Direttore generale Polo culturale Caieta
Speaker Radio Spazio Blu
Press Agent

Visitare il Golfo di Gaeta è un’esperienza totalizzante, da vivere in ogni momento dell’anno. La pandemia ha imposto nuove regole e un nuovo modo di accogliere i turisti, ma il fascino del territorio non ha certo risentito dell’emergenza sanitaria. A rendere unico il paesaggio del Golfo è senza dubbio la molteplicità dell’offerta turistica: turismo balneare, gastronomico, ma anche turismo sostenibile e verde, grazie alla presenza di aree protette, ricche di biodiversità. Particolarmente valide, in questo senso, le proposte della Tourism & Learning Agency di Gaeta , divisione turistica del Polo culturale Caieta, che ha da sempre basato le proprie proposte su due parole chiave: sostenibilità ed emozione. Immersione nelle realtà locali, attività “outdoor” nate per i piccoli, amatissime dai grandi, narrazioni storiche, degustazioni. Una gita “slow”, attenta alle piccole produzioni locali, rispettosa dell’ambiente e delle tipicità del territorio. In questo filone si inseriscono tre novità assolute per la nuova stagione turistica, realizzate in collaborazione con Lazio Turismo. La prima è “La Via dell’Olio”, un Agri tour dedicato alla scoperta del nostro oro giallo. Conoscere i coltivatori di olive, entrare nella loro storia familiare, sfiorare gli ulivi che hanno odore di mare, di cui puoi sentire il rumore, a pochi metri; visitare frantoi e laboratori per la produzione, fermarsi per una degustazione in azienda agricola, queste le attività del percorso che potremmo definire emozionale. La seconda è “Tra fede e storia”, tour religioso nel Golfo di Gaeta imperniato sulla figura di San Francesco e sul Santuario della Trinità, che sorge su uno sperone roccioso noto in tutto il mondo come la “Montagna Spaccata”. Il tour offre la possibilità di esplorare luoghi di fede, molto amati dai pellegrini: il Santuario della Civita ad Itri, la Madonna del Colle a Lenola, l’Abbazia di Montecassino. La terza novità è rappresentata dai “Borghi del Golfo”: Itri, Maranola e Castelforte sono i tre borghi medievali che trasudano storia da ogni angolo. Un viaggio tra antichi vicoli, chiese minuscole, personaggi storici e piccoli musei, veri gioielli del nostro meraviglioso Lazio. Il Golfo è pronto per ripartire in sicurezza, nel rispetto delle regole, con la voglia di esplorare nuove rotte. I percorsi sono disponibili anche in inglese, francese e spagnolo, oltre che nella Lingua dei segni.
Infoline: ingitaagaeta@gmail.com – www.ingitaagaeta.it – www.poloculturalecaieta.it
Total Page Visits: 1725 - Today Page Visits: 18

Lascia un commento